Vai al contenuto
  • Vai al contenuto

    Le Iene, Luigi Pelazza condannato dopo un servizio: l'accusa e la sentenza


    Natoduevolte
     Share

    Recommended Posts

    • Maschio (Etero)

    Luigi Pelazza delle Iene è stato condannato per violenza privata durante un servizio. L’AGI ha riportato i particolari della vicenda e della sentenza. Il Tribunale di Milano ha condannato l’inviato delle Iene a due mesi di carcere, che sono stati convertiti su richiesta dell’imputato a una pena pecuniaria di 15mila euro e sospesa. L’accusa è di violenza privata ai danni di una giornalista protagonista di un servizio per il programma di Italia 1 del 2015. Insieme a Pelazza è stato processato anche il cameramen Osvaldo Camillo, ma lui è stato assolto “per non aver commesso il fatto”. Per il cameramen infatti non c’è stata certezza che fosse presente quel giorno.

    La richiesta per Pelazza da parte del pm era stata di nove mesi di carcere. Il servizio per Le Iene riguardava una inchiesta per la quale la protagonista intercettata dall’inviato è stata successivamente assolta. Nel capo di imputazione si legge che Pelazza si è introdotto indebitamente fingendosi un corriere in un palazzo privato di Roma, dove risiede la donna. Le avrebbero quindi impedito di fare ritorno a casa “con violenza esercitata in modo idoneo a privare coattivamente della libertà di determinazione e di azione”.

    E ancora è stato condannato perché accusato di aver costretto la donna a sopportare la loro presenza e le infinite domande che le ponevano. Nonostante lei avesse subito dichiarato di non voler rispondere. I fatti risalgono al 19 settembre 2015 e sempre nella ricostruzione si legge che Pelazza avrebbe cercato di intervistare la donna nonostante lei fosse “in evidente stato di timore”. La vittima alla fine ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine per liberarsi dalle Iene. E poter fare ritorno a casa.

    Pelazza si è difeso dicendo di aver ricevuto “due o tre colpi, non dico che mi abbia picchiato però…”. Ha ulteriormente detto che è la forma mentis delle Iene e che non usano mai violenza, perché non va usata. Non l’avrebbe usata a maggior ragione nei confronti di una donna. Ma alla fine è stato condannato. Il legale della donna ha festeggiato la sentenza. Stando sempre a quanto riportato dall’AGI, l’avvocato ha definito importante questa sentenza “perché ha stabilito che non sempre il ‘metodo Iene’ è scusato dal pure legittimo diritto di cronaca”.

    Al momento Luigi Pelazza non ha commentato la vicenda. Sui suoi profili social tutto tace da qualche mese. Anche Le Iene non hanno scritto nulla attraverso i loro canali.

    Link al commento
    Condividi su altri siti

     Share


    Ops! Adblock Rilevato 

    Disabilita il blocco della pubblicità per proseguire.

    In questo sito è assolutamente vietato navigare a scrocco e con programmi che bloccano le pubblicità che forniamo, ti ricordiamo che se vuoi una navigazione del tutto priva di pubblicità, puoi iscriverti al nostro abbonamento premium, per un costo davvero irrisorio di 5.00 al mese, questo perchè FaceChat vive di pubblicità ed è grazie ad essa che può rimanere online.

    Fatta questa piccola premessa metti FaceChat nella tua whitelist o disabilitare il software per il nostro portale.

    Se non sai come fare guarda il piccolo tutorial sotto:

     

    Adblock

    1. Clicca sull'icona di Adblock presente in alto a destra.

    chrome-adblock-1.jpg.ea0b8c7603027c7158b4e8dd0c56a884.jpg

    2. Clicca sulla voce Non attivare sulle pagine di questo dominio.

    chrome-adblock-1.jpg.381036aff103b271443c70256f7296ce.jpg

    3. Clicca sul pulsante Escludi nel riquadro che si apre.

    chrome-adblock-3.jpg.4c72b9aae3abe401bc13e8b02fe8fa07.jpg

    4. In caso di problemi, clicca prima sull'icona di Adblock e poi sulla voce Opzioni. Clicca su PERSONALIZZA e poi su Mostra le pubblicità su una pagina web o dominio: digita facechat.it e fai clic su OK!.

    chrome-adblock-4.jpg.620389a907039143d9e84a09dab01575.jpg

    ______________________________

     

    Adblock Plus

    1. Clicca sull'icona di Adblock Plus presente in alto a destra.

    chrome-adblock-1.jpg.242c6104286b8399bac2a44dd57a487e.jpg

    2. Clicca sulla voce Attivato su questo sito.

    chrome-adblock-plus-2.jpg.8e677ee078e1f5f4bd5b1c9f3a36f519.jpg

    ______________________________

     

    Adblock Origin

    1. Clicca sull'icona di uBlock Origin presente in alto a destra.

    chrome-adblock-1.jpg.683e361e1341554dc0531b758169583a.jpg

    2. Clicca sul pulsante blu in cima al menu che si apre.

    chrome-ublock-2.jpg.6fc34db758398808d868e17613242ed5.jpg

    Adblock Pro

    1. Clicca sull'icona di Adblock Pro presente in alto a destra.

    chrome-adblock-pro-1.jpg.f5ccb4a40c16e685b28eb125890853d5.jpg

    2. Clicca sul pulsante blu in cima al menu che si apre 

    chrome-adblock-pro-2.jpg.ff614a8cfcf0dc25d638f937e7cb1660.jpg

    ______________________________

     

     

    Questi mini tutorial sono per i più famosi plugin adblock, ovviamente se il tuo plugin non rientra tra quelli citati in alto e non sai come fare cerca su san google come disabilitare il tuo.

    Clicca il pulsantino verde in basso se hai disabilitato il blocco.