• Vai al contenuto
    ILFREE

    Ho tradito mio marito con un collega e lui si è vendicato mettendomi le corna con una conosciuta in chat!

    Recommended Posts

    Ho scoperto per la prima volta i tradimenti di mio marito quando eravamo sposati da appena due mesi. Io avevo 22 anni, lui 30.
    Ho trovato due ricevute di due motel diversi, fuori città, nella tasca della sua giacca.
    Non era stato ingenuo a lasciarle lì. Tra noi c'era un rapporto di massima fiducia e io non mi sarei mai sognata di controllare nelle sue tasche. Era sempre lui tra l'altro che portava la roba in tintoria, le cose mie e le cose sue. Quel giorno ci fu un errore, pensavo che era una mia giacca e stavo cercando l'accendino.
    Quelle ricevute di motel avevano come orario la sua pausa pranzo. Le ho prese, le ho lette e rilette decine di volte, quasi sperando di sbagliarmi.
    Lui la sera è tornato e io gliele ho sventolate davanti.
    "Perchè mi hai tradito?" Faticavo a trattenere le lacrime.
    "Non ti ho tradito! Quelle non sono ricevute mie ma di un collega che ha la moglie gelosa e mi ha chiesto di tenergliele."

    "Ah. E' gelosa e lui la tradisce."
    "Si. Non sono affari nostri. Non è un tradimento che riguarda noi, tranquilla."
    La discussione è finita lì. Ma già allora non mi aveva convinta. Ero troppo giovane però, e innamorata, per mettere in discussione il mio matrimonio per un'eventuale infedeltà di mio marito di cui non avevo prove concrete. Ho cercato di non pensarci, di mettere la testa sotto la sabbia. Grandissimo errore di tutte noi donne sposate o accompagnate a traditori seriali.
    Qualche giorno dopo la nascita di nostro figlio, un anno dopo, scopro altre corna. E stavolta non c'è alcun margine per pensare a uno sbaglio. Sono a casa con il bimbo di pochi giorni, telefona una donna. Si presenta come l'amante di mio marito e mi dice che avevo sposato un grandissimo verme bugiardo. Lei sapeva che il nostro matrimonio era in crisi e solo da poco aveva saputo, tramite altre persone, che avevamo avuto un figlio.
    Io sono rimasta ad ascoltare la sedicente amante in silenzio. Quando ha finito, non ho detto una parola e ho attaccato. Lei ha richiamato più volte, io non ho risposto.
    Ho pianto tutte le lacrime che potevo piangere. E la sera, quando il traditore verme è rientrato, non ho avuto il coraggio di dirgli nulla. A che pro? Avrebbe detto che la sedicente amante era una pazza, una mitomane. Avrebbe negato ancora le sue responsabilità.

    Mi sono confidata con mia madre. Lei, donna all'antica, mi ha detto che dovevo sopportare, per il bene del bambino. E se proprio non ce la facevo più, avrei dovuto farmi un amante anche io. Tutto, pur di non rovinare il matrimonio e sfasciare la famiglia.
    Ho provato a entrare in quest'ottica ma l'idea di vivere intimità con altri uomini mi metteva troppo a disagio. Così ho lasciato perdere il tradimento per ripicca.
    Non so se mio marito sapesse che io sapevo dei suoi tradimenti. Diventò comunque più audace, si preoccupava molto meno di coprire le sue tracce. Una sera addirittura si inventò una cena con gli amici e dalla finestra vidi che stava entrando in una macchina dove alla guida c'era una donna.

    Mio marito era un traditore seriale. Probabilmente mi aveva sempre messo le corna, da quando eravamo fidanzati.
    A 28 anni, forse sarà stato l'avvicinarsi dei 30 e di una maggiore consapevolezza e saggezza, ho capito che non potevo continuare a non vedere e dovevo affrontarlo. 

    In quel periodo c'era un tradimento in corso. Il caro traditore seriale stava frequentando una ragazzina sui 20, conosciuta chissà dove. Una volta li avevo visti sotto casa. Lei era stata così spudorata da baciarlo e lui era molto imbarazzato e aveva provato a scostarla subito.
    Una sera gli ho detto, senza mezzi termini...
    "Sono stanca dei tuoi tradimenti, devi smetterla o ti chiederò la separazione."
    Lui è cascato dalle nuvole, ovviamente ha negato. Mi ha dato della pazza, della gelosa, della paranoica. Ha alla fine accusato me di avere l'amante e quindi per questo stavo cercando una scusa per separarmi. La mia reazione è stata prendere per mano nostro figlio, mettere in borsa l'occorrente per star fuori qualche notte e uscire per andare da mia madre.

    Il traditore seriale a quel punto si è trasformato.
    E' scoppiato a piangere e si è inginocchiato sul pianerottolo, pregandomi di rientrare. Ha confessato tutti i suoi tradimenti. Mi ha detto che era stato un verme e che non l'avrebbe fatto mai più. Da ingenua quale ero gli ho creduto e sono rientrata a casa.
    L'ho fatto soprattutto per nostro figlio.
    Tempo qualche settimana e il traditore ha ricominciato. Stavolta io mi sono fatta furba e ho chiamato un investigatore privato perchè volevo raccogliere ogni prova. Volevo avere tutto in regola per un'eventuale separazione. 
    L'investigatore privato ha scattato fotografie, fatto appostamenti, acquisito registrazioni.
    Ho scoperto che mio marito non aveva un'amante alla volta ma anche due o tre.
    E a tutte raccontava la stessa bugia. "Il mio matrimonio è in crisi."
    Quando ho raccolto abbastanza prove, sono andata direttamente da un avvocato e la sera stessa, mentre lui era ancora al lavoro, io e mio figlio ci siamo trasferiti da mia madre.
    Lei non era entusiasta ma alla fine ha capito che il mio orgoglio e la mia dignità valevano di più di un matrimonio fondato su infedeltà e bugie. Ci ha accolto in casa e ci ha protetti.
    Non potevo più accettare di essere sposata a un traditore seriale.

    Lui ha provato ovviamente a recuperare, ha anche minacciato il suicidio, ma io sono stata ferma sulla mia decisione di separarmi.
    Tra poco saranno due anni che ci siamo separati e non sono mai stata così felice. Sola, con un bambino a carico, senza una casa tutta mia, ma felice.
    Spero che la mia testimonianza possa aiutare altre donne a scegliere loro stesse, a non accettare di avere un uomo traditore vicino. Perchè la nostra dignità e il rispetto di noi stesse conta prima di ogni altra cosa!
    Un saluto.

    Uma

    Condividi questo messaggio


    Link di questo messaggio
    Condividi su altri siti

    Ops! Adblock Rilevato 

    Disabilita il blocco della pubblicità per proseguire.

    In questo sito è assolutamente vietato navigare a scrocco e con programmi che bloccano le pubblicità che forniamo, ti ricordiamo che se vuoi una navigazione del tutto priva di pubblicità, puoi iscriverti al nostro abbonamento premium, per un costo davvero irrisorio di 5.00 al mese, questo perchè FaceChat vive di pubblicità ed è grazie ad essa che può rimanere online.

    Fatta questa piccola premessa metti FaceChat nella tua whitelist o disabilitare il software per il nostro portale.

    Se non sai come fare guarda il piccolo tutorial sotto:

     

    Adblock

    1. Clicca sull'icona di Adblock presente in alto a destra.

    chrome-adblock-1.jpg

     

    2. Clicca sulla voce Non attivare sulle pagine di questo dominio.

    chrome-adblock-1.jpg

    3. Clicca sul pulsante Escludi nel riquadro che si apre.

    chrome-adblock-3.jpg

     

    4. In caso di problemi, clicca prima sull'icona di Adblock e poi sulla voce Opzioni. Clicca su PERSONALIZZA e poi su Mostra le pubblicità su una pagina web o dominio: digita facechat.it e fai clic su OK!.

    chrome-adblock-4.jpg

     

    ______________________________

     

    Adblock Plus

    1. Clicca sull'icona di Adblock Plus presente in alto a destra.

    chrome-adblock-1.jpg

     

    2. Clicca sulla voce Attivato su questo sito.

    chrome-adblock-plus-2.jpg

     

    ______________________________

     

    Adblock Origin

    1. Clicca sull'icona di uBlock Origin presente in alto a destra.

    chrome-adblock-1.jpg

     

    2. Clicca sul pulsante blu in cima al menu che si apre.

    chrome-ublock-2.jpg

     

    Adblock Pro

    1. Clicca sull'icona di Adblock Pro presente in alto a destra.

    chrome-adblock-pro-1.jpg

     

    2. Clicca sul pulsante blu in cima al menu che si apre.

    chrome-adblock-pro-2.jpg

     

    ______________________________

     

     

    Questi mini tutorial sono per i più famosi plugin adblock, ovviamente se il tuo plugin non rientra tra quelli citati in alto e non sai come fare cerca su san google come disabilitare il tuo.

    Clicca il pulsantino verde in basso se hai disabilitato il blocco.